Fannulloni ancora tutelati

pubblicato da RFT - 21 aprile 2010

Anche nel 2009 dipendenti statali rimasti a casa senza motivo. Il Governo ticinese continua a tenere segrete eventuali misure prese...

Anche nel 2009 qualcuno ha fatto il furbo, anche se in misura minore rispetto al 2008, e stavolta nel Dipartimento di Luigi Pedrazzini (2 anni fa, 70 giorni per un funzionario del DSS). Lo dicono i dati del rendiconto del governo reso noto oggi.

In pratica, uno o alcuni funzionari si sono assentati dal posto di lavoro senza giustificazione, per oltre 33 giorni lavorativi, pari a oltre 1 mese e mezzo. Mezza giornata anche per un dipendente del Dipartimento di Laura Sadis. Sempre lacunosa intanto la trasparenza del Consiglio di Stato che continua a tutelare i fannulloni, parlando di "dati sensibili" e di numeri ridotti.

"Il governo ha dimostrato di non voler fare chiarezza sul problema" dice il deputato leghista Lorenzo Quadri, che nel 2008, dopo che la stampa aveva ripreso la notizia di RFT, aveva interrogato il governo.

"L'impressione che si ha che si voglia comunque nascondere il problema". E con la nuova legge cantonale sull'informazione e la trasparenza (in vigore forse dal 2011) cambierebbe qualcosa? "Sarebbe auspicabile siccome sono dati di interesse pubblico, ma comunque io dubito, non sarei molto ottimista".

Reazioni: blog di Ticinonline.

Altro sul tema: Statali fannulloni, sanzioni segrete